Acerca di

 Informatori 

Chi sono gli informatori?

Secondo il diritto internazionale, un whistleblower è "qualsiasi persona che effettua segnalazioni o rivela informazioni concernenti minacce o lesioni all'interesse generale nell'ambito del proprio rapporto di lavoro, nel settore pubblico o privato". Una definizione stabilita nel 2014. Può riguardare reati o delitti, errori giudiziari, corruzione, violazioni della sicurezza, della salute pubblica o dell'ambiente, abuso di potere, uso illecito di fondi pubblici, grave cattiva gestione, conflitti di interesse o occultamento di relativa evidenza.

Quale protezione per i whistleblower?

Gli informatori sono protetti dalle ritorsioni professionali e beneficiano quindi di un onere della prova ridotto. Beneficiano inoltre del regime di irresponsabilità penale nel caso in cui la segnalazione abbia comportato la violazione di un segreto protetto.

È illegale essere un informatore?

L'articolo L. 1132-3-3 del Codice del lavoro vieta qualsiasi misura discriminatoria (dall'assunzione al licenziamento, compreso l'accesso a un tirocinio oa una formazione), diretta o indiretta, nei confronti di chi segnali una segnalazione in conformità alla legge.

Come ottengo lo stato di informatore?

Il datore di lavoro deve istituire un apposito registro e stabilire una procedura per la raccolta delle segnalazioni. La procedura specifica le seguenti informazioni: Come il segnalante indirizza la sua segnalazione al superiore diretto o indiretto, al datore di lavoro o al referente.

Come esercitare un diritto di segnalazione?

Per esercitare il proprio diritto di segnalazione, un dipendente può rivolgersi al Comitato per l'impresa sociale (CSE): in questo caso, il CSE deve informare immediatamente la direzione per iscritto di tale segnalazione. Viene quindi avviata un'indagine dalla direzione dell'azienda con i rappresentanti del CSE per individuare la natura del pericolo.

Come impostare un diritto di allerta?

Secondo il codice del lavoro, il membro CHSCT che desidera avvalersi del suo diritto di allerta deve farlo per iscritto. Il documento deve essere datato, firmato e contenere tre informazioni importanti: la o le postazioni di lavoro  interessati, la natura del pericolo e la sua causa, l'identità dei dipendenti potenzialmente esposti.

In cosa consiste il diritto di allerta del Comitato economico e sociale (CSE)?  

I membri del Comitato economico e sociale (CSE) dispongono di diverse procedure di allerta che consentono loro di agire quando vengono a conoscenza di informazioni o fatti preoccupanti. Avvertono il datore di lavoro in particolare in caso di pericolo grave e imminente e in caso di danni alla salute fisica e psichica dei dipendenti. Le procedure variano a seconda delle dimensioni dell'impresa.

Diritto di allertare in caso di violazione dei diritti delle persone

Quando un membro del CSE rileva, in particolare per il tramite di un dipendente, che vi è una violazione dei diritti delle persone nell'azienda (molestie morali ad esempio), contatta immediatamente il datore di lavoro. Il datore di lavoro procede immediatamente ad un accertamento con l'iscritto al CSE. Deve prendere le misure necessarie per porre rimedio alla situazione. Il membro del CSE aziona il tribunale del lavoro se il datore di lavoro non intraprende alcuna azione o in caso di disaccordo su tale violazione. Il dipendente interessato dà il suo consenso per questo processo.

Diritto di allertare in caso di pericolo grave e imminente

L'iscritto al CSE che si avvale del suo diritto di segnalazione deve informare immediatamente il datore di lavoro e iscrivere per iscritto tale segnalazione nel registro dei pericoli gravi e imminenti. Il registro speciale in cui vengono registrate le segnalazioni è aperto dal datore di lavoro. Le pagine di questo registro sono numerate. Questo avviso è datato e firmato. Mostra le seguenti informazioni:

  • Postazioni interessate dalla causa del pericolo osservato

  • Natura e causa di questo pericolo

  • Nome dei lavoratori esposti

Il datore di lavoro indaga immediatamente con l'iscritto al CSE che ha attivato la segnalazione. Deve prendere le misure necessarie per porre rimedio alla situazione. Al termine dell'indagine viene inviato un foglio informativo all'ispettore del lavoro. In caso di disaccordo tra il datore di lavoro e l'iscritto CSE, il datore di lavoro convoca il CSE entro 24 ore. L'ispettore del lavoro e l'addetto al servizio di prevenzione della Cassa pensione e di assicurazione malattia (CARSAT) sono informati e possono partecipare alla riunione. L'ispettore del lavoro può avvertire il datore di lavoro per porre rimedio alla situazione.

Diritto di allerta in caso di grave rischio per la salute pubblica e per l'ambiente

L'iscritto al CSE che rileva nell'azienda un grave rischio per la salute pubblica o per l'ambiente deve avvisare il proprio datore di lavoro. La segnalazione è registrata per iscritto in un apposito registro. Il registro speciale in cui vengono registrate le segnalazioni è aperto dal datore di lavoro. Le pagine di questo registro sono numerate. L'avviso è datato e firmato. Mostra le seguenti informazioni:

  • Prodotti o processi di fabbricazione utilizzati o implementati dallo stabilimento che il lavoratore ritiene in buona fede presentare un grave rischio per la salute pubblica o per l'ambiente

  • Possibili conseguenze per la salute pubblica o per l'ambiente

  • Ogni altra informazione utile per valutare la segnalazione registrata

Responsabilità del datore di lavoro

Le violazioni delle norme in materia di salute e sicurezza possono comportare la responsabilità del datore di lavoro.

Ogni violazione è punita con una multa ai sensi del codice del lavoro.

Uno statuto di diritto internazionale?

I whistleblower sono diventati una questione internazionale, in particolare per la natura delle rivelazioni fatte ma anche per la loro potenziale protezione o la loro presenza nelle organizzazioni internazionali. Per molti commentatori, quindi, il diritto internazionale si presenta come una base necessaria per lo sviluppo della protezione minima. È quindi necessario riflettere sul quadro istituzionale e normativo ottimale per determinare questo status e cosa dovrebbe contenere.

Contattaci in modo che possiamo

iniziare a lavorare insieme